Radio WOW

Siete pronti a fare #WOW

Current track

Title

Artist

Background

Vivienne Westwood, 80 anni di hair style punk e anticonformisti

Postato da il

È l’altra regina della Gran Bretagna, la sovrana rivoluzionaria della moda, che ha anche ricevuto un riconoscimento nel 1992 da Elisabetta II, un OBE (Order of the British Empire) la più alta onorificenza del Regno Unito, per i suoi meriti artistici. Vivienne Westwood, per gli amici Dame Viv, che l’8 aprile celebra il suo ottantesimo compleanno, è un’ icona indiscussa del punk e soprattutto una sua grande ispiratrice, nutrendolo tra moda, musica e ideologia con il suo partner in crime degli esordi Malcom MacLaren.

Erano i tempi del famoso negozio Sex in King’s Road a Londra, dai due fondato, che divenne l’hub-manifesto della visione punk, controcorrente, do-it-yourself e anarchica di allora. Aveva cambiato vari nomi, nato come Let it Rock, nel 1971, rinominato Too Fast to Live, too Young to Die, per poi diventare nel 1974 Sex, quando aveva accolto un’estetica S&M, rappresentando più avanti, con l’avvento dell’epoca tatcheriana dal 1979 in poi, un punto di riferimento ideologico della ribellione e del malcontento giovanile.

Irriverente, trasgressiva, fuori da ogni schema, provocatoria, attivista per la salvaguardia del pianeta, famosa per essersi presentata al cospetto della regina a Buckingham Palace senza biancheria intima e per la frase «nel dubbio meglio esagerare», Vivienne Westwood continua ancora oggi a essere un’ispirazione trans-generazionale.

Non solo la sua moda ha cambiato i codici estetici per sempre, introducendo borchie, spille, tessuti strappati mixati a dettagli vittoriani come drappeggi, corsetti o crinoline, elogio ai contrasti emblematici del DNA British, ma a Vivienne Westwood si deve anche un contributo nella creazione dell’estetica beauty più ribelle e trasgressiva fatta di capelli con creste e mohicani, trucchi scenografici e grafici, dal bold eyeliner per uomini e donne, rossetti scuri dal nero al viola, ombretti scarlatti, piercing sul viso, uno stile che la band gestita da Malcom MacLaren, The Sex Pistol incarnava nella sua essenza.

I look che Dame Viv per prima ha indossato sulle sue passerelle sono diventati nell’immaginario collettivo simbolo dell’anticonformismo, così come le sue acconciature capelli che hanno spaziato dai ciuffi spiky, alle rasature, fino ad arrivare più di recente a chiome lunghe nelle tinte pel di carota, giallo girasole o bianco neve acconciate in crocchie dall’allure vintage con un twist fiabesco e surreale. Vivienne Westwood, come il suo stile, non è mai passata inosservata e per omaggiare il contributo incomparabile che ha dato alla storia dell’estetica nella gallery abbiamo raccolto alcuni dei suoi hairstyle più iconici.




L’articolo originale Vivienne Westwood, 80 anni di hair style punk e anticonformisti lo potete trovare al seguente Link