Radio WOW

Siete pronti a fare #WOW

Current track

Title

Artist

Background

Lu balla da sola, e dovremmo imparare a farlo anche noi

Postato da il 26 Marzo 2020

Ok, Élite 3 è finito e la quarta stagione, se ci sarà, probabilmente avrà un cast totalmente diverso. È arrivato il momento di farcene una ragione. D’altronde tutte le storie, prima o poi, incontrano il loro finale e nelle ultime puntate Élite ce ne ha regalati diversi. Neanche a dirlo, per me il più bello di tutti è quello che rompe finalmente lo straziante tira e molla tra Lucrecia e Guzmàn e che vede Lu risplendere in tutta la sua nuova consapevolezza di poter stare da sola.

«Balliamo?»
«No. Sto bene così».

Standing ovation. Perché mentre eravamo tutti presi a tifare per Nadia e Guzmàn, ci siamo quasi dimenticati cosa significa stare nei panni di Lucrecia e ritrovarsi in una di quelle relazioni strazianti, che esistono solo a sprazzi e quando l’altro si ricorda improvvisamente della nostra esistenza.

Qualche anno fa mi è successa praticamente la stessa cosa. Mesi di vorrei ma non posso e di lunghi silenzi, intervallati sporadicamente da qualche like su Instagram e, nel migliore dei casi, da incontri occasionali su cui passavo giorni a costruire la trama perfetta del telefilm d’amore in onda solo nella mia testa.

Nonostante i segnali negativi fossero più appariscenti dell’albero natalizio di Netflix a Piazza Venezia, non volevo arrendermi all’idea che la nostra non fosse una di quelle bellissime storie d’amore da serie tv. Gli ostacoli e il dolore erano del tutto giustificati, perché dopo nove stagioni di tragedia, l’ultima puntata mi avrebbe sorpreso con un lieto fine.

Spoiler: non funziona così. E infatti l’happy ending c’è stato, ma solo quando ho deciso di smettere di cercarlo in lui.

Proprio come Lucrecia, quando si guarda attorno nella pista da ballo e si ritrova circondata da coppie apparentemente felici ma in realtà tenute insieme con lo sputo, ho capito una cosa importantissima: cercare di stare con qualcuno a prescindere dalle condizioni non significa lottare per la felicità, ma solo stare male inutilmente. Se le condizioni, poi, sono che tu sei l’unica persona a starci sotto, figuriamoci.




L’articolo originale Lu balla da sola, e dovremmo imparare a farlo anche noi lo potete trovare al seguente Link


Open chat