Radio WOW

Siete pronti a fare #WOW

Current track

Title

Artist

Background

Georgette Polizzi, Seconda Vita. Morte madre: “Terribile, sangue ovunque”

Postato da il 9 Novembre 2019

georgette polizzi seconda vitaGeorgette Polizzi, Seconda Vita: la terribile morte della madre (“C’era sangue dappertutto”) e la reazione alla scoperta della sclerosi multipla (“Ho pensato che volevo ammazzarmi”)

Georgette Polizzi sarà la protagonista della prossima puntata di ‘Seconda Vita’, programma di Gabriele Parpiglia in onda su Real Time (mercoledì 13 novembre). Nella trasmissione racconterà alcune tappe della sua vita, una vita non semplice, segnata da fatti tragici e spinosi. L’ultimo è giunto inaspettatamente circa un anno e mezzo fa: le è stata diagnosticata la sclerosi multipla. Eppure la Polizzi, nonostante tutto, non ha mai mollato e ha sempre combattuto. E continua a farlo, sorridendo al posto di spezzarsi. Così, poche settimane fa, in barba a tutti e a tutto, ha coronato uno dei suoi sogni: ha sposato il compagno Davide Tresse con il quale in passato ha partecipato a Temptation Island Vip. Durante la chiacchierata con Parpiglia ha inoltre parlato della terribile scomparsa di sua madre.

Le confessioni di Georgette Polizzi

Georgette, come svelato dalle anticipazioni di ‘Seconda Vita’, ha dovuto affrontare in passato la tragica scomparsa della madre, avvenuta in circostanze che appaiono drammatiche. “Mia madre ha avuto una morte terribile, causata dal suo compagno. Per me è stato shockante, c’era sangue in ogni dove”, racconta la stilista. Spazio poi al momento in cui scoprì di avere la sclerosi multipla: “Il mio corpo mi stava già abbandonando. Mi abbracciavano e non sentivo più che mi toccavano. Mi sono ammalata […] Quando i medici sono arrivati da me con una carrozzina, ho pensato che volevo ammazzarmi, mi sentivo uno schifo”. Oltre alla malattia, la Polizzi ha dovuto anche affrontare l’odio del web: “C’è stata gente che ha scritto che era tutto inventato e finto, ho dovuto far vedere sui social la mia diagnosi, la cartella clinica con la diagnosi di sclerosi multipla.”

La tenacia di Georgette: “Ricordati di me, perché un giorno lascerò il segno. Ce la farò”

Nonostante tutto, Georgette non si è mai arresa e mai ha smesso di sognare in grande. “Io ogni giorno sono sicura che arriverà il mio momento. Ricordati di me, perché un giorno lascerò il segno. Ce la farò”, ha concluso.


L’articolo originale Georgette Polizzi, Seconda Vita. Morte madre: “Terribile, sangue ovunque” lo potete trovare al seguente Url